Mind the Gap (a.k.a. Global Action Plan): la presentazione del Wmexpo

Come pianificare la vendita online in un nuovo mercato

Lo scorso 1 Ottobre ho partecipato alla seconda edizione di WMExpo, a Padova, con un intervento focalizzato sull'approccio all'E-Commerce globale e la pianificazione del processo di internazionalizzazione.
andrea-vit-wmexpoPartendo dal dilemma della scelta tra gestire in casa l'e-commerce, esternalizzarlo oppure optare per un modello ibrido (argomento che avevo già trattato nel mio articolo "E-commerce internazionale: full-service, ibrido o in-house"), ho parlato dell'importanza di generare ed analizzare dati reali per comprendere su quali mercati è più conveniente puntare.

La seconda parte dell'intervento proponeva un possibile approccio all'e-commerce internazionale: mirando ad una prima apertura veloce e "light" aprendo nei luoghi "più facilmente accessibili" e che richiedano il minor sforzo: andando a lavorare su piattaforme esterne (come ad esempio marketplace o flash sales) e nel proprio sito vendendo nei Paesi dove si utilizza l'Euro e che siano privi di dogane e dazi, implementando per questo primo step solamente i metodi di pagamento più comuni e  l'inglese come unica lingua veicolare.

Una volta allargati i propri orizzonti, sarà possibile analizzare i dati raccolti per realizzare un vero e proprio piano di internazionalizzazione: i dati (vendite off line, analisi dei canali digitali con partner, analisi di dati web come visite, CR e AOV, dati di interesse sul brand, lead da social e newsletter, ecc..) saranno fondamentali per definire il potenziale dei Paesi bersaglio e sviluppare una strategia mirata che tenga in considerazione le specificità di ciascun mercato.

La pianificazione dovrà naturalmente tenere conto delle marginalità e dei servizi offerti rispetto alla concorrenza, dei metodi di pagamento più richiesti nei singoli Paesi e dei processi di localizzazione, andando a comporre una dettagliata roadmap di prodotto. Dopo aver stimato i costi di marketing ed operation sarà il momento di mettere effettivamente in pratica il progetto, continuando a raccogliere dati sui diversi mercati per integrare continuamente il piano con revisioni periodiche.

Crea il tuo e-commerce internazionale: the Global Action Plan from Andrea Vit

Vi lascio qui la mia presentazione, caricata nel mio account Slideshare se sei interessato ad un approfondimento sul tema, contattami pure.  :-)

Altri post che potrebbero interessarti: